"I° ARCI- Laboratorio Teatrale diretto da M. Mosetti"

Il Circolo ARCI "Montefortino 93" organizza il I° Laboratorio teatrale diretto da Maurizio Mosetti ( attore e regista). Il laboratorio è rivolto a tutte le persone dai 14 anni in poi, anche senza alcuna esperienza in merito. 

Di seguito trovate una parte del programma e i riferimenti completi del laboratorio: 

P R O G R A M M A

LO SPAZIO SCENICO

Lo spazio è l’elemento base dell’azione teatrale: acquisirne il senso e sapervisi muovere sono degli obiettivi primari. Lo scopo degli esercizi è, quindi, l’appropriazione dello spazio, di tutto lo spazio che è stato scelto come scena.

LO STRUMENTO CORPO E LA PERCEZIONE La percezione sensoriale è il punto di partenza di ogni esperienza e di ogni apprendimento. Gli esercizi che propongo intendono principalmente attivare la sensorialità e la corporeità ; quindi la percezione di sé e, attraverso questa, la coscienza di sé.

LO STRUMENTO VOCE

L’intenzione principale di questi esercizi è liberare negli allievi quelle potenzialità espressive che in genere i bambini posseggono in tenera età e che purtroppo tutti crescendo tendiamo a perdere; lo scopo è portare gli allievi a una dizione corretta e a un potenziamento della emissione vocale, rendendoli consapevoli delle possibilità espressive dell’organo vocale.

I GESTI

Con gli esercizi sulla gestualità si approfondisce la conoscenza delle possibilità espressive del corpo: gli allievi diventano più consapevoli della forza comunicata dai gesti; sono indotti a riflettere sulla correlazione fra movimenti ed emozione.

IL RAPPORTO

Nel teatro il rapporto è ciò che manda avanti l’azione, è la molla che determina gli atteggiamenti dei personaggi ed è , perciò, l’elemento su cui si costruisce e si sviluppa la "storia" che viene raccontata sulla scena.

 

L'IMPROVVISAZIONE ( non verbale e verbale )

L’improvvisazione teatrale è una palestra indispensabile, un metodo di studio e di creazione fondamentale per gli allievi. Improvvisare ci permette di creare dal nulla una situazione di rapporto, un gesto, un’azione, che sono figli di una sensazione o di una particolare emozione.

LA MESSA IN SCENA

Andare in scena, cioè offrire al pubblico il frutto del proprio lavoro, significa verificare le capacità e le competenze acquisite, individualmente e con il gruppo, ed è in fondo l’unico modo per dare forma alla creazione teatrale. Lo spettacolo finale è sempre un momento altamente gratificante per gli allievi e la gratificazione nel processo educativo e didattico conta moltissimo.

Tutti gli esercizi proposti nel programma sono parte integrante di un percorso finalizzato alla messa in scena di uno spettacolo. Per l'allievo deve essere chiaro sin dall’inizio del lavoro che tutta l’attività svolta sarà indispensabile per la rappresentazione finale. L’età minima per la partecipazione al laboratorio è 14 anni Le lezioni avranno la durata di due ore ciascuna con cadenza settimanale (Ottobre – Febbraio) e con cadenza bisettimanale (Marzo – Maggio) per un totale di circa 70 ore complessive.

il costo a persona è di 240 euro.

 qui il link: 

http://www.laboratorioteatrale.de.vu/

per le iscrizioni rivolgersi a : 

arci.artena@gmail.com; oppure  info@arcimontefortino.org 

N. tel. 333937217

comments powered by Disqus

Back to Top