"L'unico fascista buono è il fascista morto. Appello per una mobilitazione di tutte le forze antifasciste".



Francia e Italia. Due paesi simili e anche rivali fra loro. Per il cibo, i vini ed i formaggi. Due paesi belli da visitare per i turisti. In questi giorni però sono due paesi accumunati da due fatti che non ci devono lasciare indifferenti.

Ve li mettiamo di sotto uno dopo l'altro:

Clement Meric, studente di scienze politiche, è stato ferito a morte da uno degli skinhead, che l'hanno colpito con un pugno di ferro facendogli sbattere poi la testa su un cono segnaletico nei pressi della stazione ferroviaria di Saint-Lazare.


Velletri. Ore 22.30. Pub "Il passo carrabile". Sta per iniziare il concerto di Luca Persico, "O' Zulù", il cantante dei 99 Posse. Un gruppo di persone però si avvicina e scatta la violenza. "Siamo stati aggrediti dai neofascisti" raccontano la voce e un fonico della band in un comunicato stampa pubblicato questa mattina sulla pagina Facebook del gruppo.

"Subito dopo aver parcheggiato nella piazza antistante il pub, sono stati aggrediti con cinture e altri oggetti atti a offendere da un gruppo di una ventina di persone che esponevano simboli di estrema destra. La pronta reazione e l'intervento della sicurezza del locale hanno fatto sì che gli aggressori si dessero rapidamente alla fuga, impedendo che l'episodio avesse conseguenze più gravi delle contusioni, dei tagli e delle abrasioni superficiali riportate dai nostri compagni, che hanno rifiutato di essere trasportati in ospedale" scrivono i 99 Posse che comunque non sporgeranno denuncia alle forze dell'ordine.

Non abbiamo commenti da fare di fronte alla violenza dei gruppi neo- fascisti che si muovono in Italia e in Europa. Ci sentiamo solo di dire che  di fronte alla coerenza di Luca Persico e all'agonia di un ragazzo di 19 anni noi ci inchiniamo.

Chiediamo solo a tutte le forze antifasciste presenti sul nostro territorio di incontrarsi e di organizzare insieme una risposta che sia degna della violenza di un gruppo di persone che va annientato. La nostra sede ad Artena, in Via del Municipio, 3 è a disposizione.

La violenza fascista non deve passare.


Circolo ARCI " Montefortino 93"
Artena (RM)

comments powered by Disqus

Back to Top